COMFORT ABITATIVO
RISPARMIO ENERGETICO
RISPARMIO ECONOMICO, MAGGIORE SUPERFICIE ABITABILE E MINORI TEMPI DI ESECUZIONE
SICUREZZA IN CASO D’INCENDIO
SICUREZZA IN CASO DI SISMA
RISPETTO DELL’AMBIENTE

 

COMFORT ABITATIVO

DSC00548La Technowood ha come obiettivo primario il benessere dei suoi clienti e studia, caso per caso, il modo migliore per perseguirlo.

Il benessere è una sensazione soggettiva fondata sulla percezione di una serie di fattori esterni di influenza, condizioni ambientali normalizzate fisiche e misurabili, come ad esempio:

- temperatura interna

- intensità luminosa

- livello del rumore

CONFORTLa sensazione di benessere è influenzata anche da aspetti fisiologici dell'individuo e da  fattori esterni quali il   condizionamento.
Il benessere  rispecchia, quindi ,  i valori dell'esperienza individuale in virtù dei quali un individuo ha una percezione confortevole dell'ambiente che lo circonda.

La progettazione di edifici che riescano a soddisfare le esigenze fisiche, biologiche ed anche spirituali di chi ci abita , massimizzando quindi la sensazione di benessere , deve saper coniugarne sapientemente struttura, servizi, colori ed odori realizzando un'armoniosa interazione tra uomo ed ambiente.  

Tale necessario interscambio tra interno ed esterno delle abitazioni dipende da una buona traspirazione della casa, che deve avere condizioni interne salubri , mentre invece molte abitazioni moderne sono diventate degli involucri chiusi, senza contatti con l'esterno,  rendendole  decisamente malsane.

Inoltre, le emanazioni da sostanze plastiche, vernici ed altri materiali, le finestre e le porte ermeticamente chiuse, i materiali isolanti, gli strati impermeabili di vernici e collanti sintetici avvolgono gli edifici e non li lasciano, al contrario del legno, respirare quando invece l'involucro è come la pelle: deve poter respirare.

DSC00550Il legno garantisce un comfort interno ineguagliabile, sia in termini termici che acustici, è una ottima schermatura alle onde elettromagnetiche, aumenta la sensazione di benessere percepito all'interno dei singoli ambienti per la sua intrinseca capacità di regolare anche l'umidità degli interni, non consentendo, inoltre, la proliferazione di batteri e muffe.

La Technowood analizza, a tal proposito, le caratteristiche termo-igrometrica delle strutture opache, in quanto la presenza di umidità accelera il processo di deterioramento dei materiali e compromette le condizioni di salubrità e di benessere negli ambienti confinanti. Per questo effettuiamo scrupolose  verifiche di assenza di condensa interstiziale e superficiale di tutte le strutture adottate.

Torna al menu


RISPARMIO ENERGETICO

imagesCA71VDJLPer ottenere le condizioni di benessere e soddisfare le giuste condizioni di comfort , è necessaria un'oculata progettazione degli edifici in funzione di un'alta efficienza energetica. Nella maggior parte delle zone climatiche continua ad essere imprescindibile il ricorso all'utilizzo di energia, la cui entità dipende, oltre che dall'estensione del corpo e dell'involucro dell'edificio, dalle condizioni climatiche esterne, dai sistemi tecnologici impiegati e non da ultimo dalle esigenze di comfort e dal comportamento degli utenti.

copertina seniseCon le nuove istanze legate alle esigenze di benessere, l'involucro di un edificio assume una serie complessa di funzioni legate alla regolazione climatica.
Anzitutto la sua funzione primaria consiste nella protezione della costruzione da vento, pioggia e irradiazione solare.

Con la crescente attenzione dedicata alla questione del consumo energetico degli edifici, la componente involucro viene posta sempre di più al centro delle riflessioni di ordine tecnico e artistico-creativo, essendo un elemento in grado di influenzare fortemente il comportamento energetico dell'edificio, sia per quanto concerne il trasporto di calore dall'interno all'esterno, sia per la produzione locale di energia attraverso l'involucro stesso.

In parallelo aumenta la consapevolezza dell'esigenza di un utilizzo sostenibile delle risorse: la scelta dei materiali per l'involucro definisce in larga misura sia la quantità di energia necessaria per la costruzione dell'edificio.

L'involucro di un edificio traccia la separazione tra spazi interni ed esterni, conferisce un volto all'aspetto esterno della costruzione e comunica con l'ambiente circostante. Nella lunga evoluzione storica dell'involucro assumono un ruolo di primo piano tutti quegli aspetti legati alla forma esteriore, alla proporzione, ai materiali  ed alla valenza culturale.

Uno dei vantaggi delle strutture portanti in legno, in relazione all'efficienza energetica dell'edificio, è la risoluzione dei problemi derivanti dai ponti termici, (condense, muffe,ecc.)
I ponti termici, sono dei settori, negli elementi strutturali di un edificio, attraverso i quali il calore viene trasportato più velocemente verso l'esterno.
Il legno, in particolare il sistema a pannelli X-lam, per sua natura risponde ottimamente a questa problematica, l'effetto sulle perdite di calore è inesistente.

Visualizza un approfondimento --->

 

Torna al menu


RISPARMIO ECONOMICO, MAGGIORE SUPERFICIE ABITABILE E MINORI TEMPI DI ESECUZIONE


imagesCAFOSZ9RRealizzando opportunamente le stratigrafie della vostra casa, Technowood si propone inoltre di ridurre al minimo i costi per l'acquisto degli impianti, nonché i costi delle bollette.

A parità di risultati energetici, gli spessori si materiale isolante sono notevolmente inferiori, questo consente di compensare i costi più elevati della struttura e di guadagnare spazio interno. E' importante infatti notare una sostanziale differenza tra una struttura realizzata con sistemi tradizionali e una realizzata con i pannelli X-lam. In una costruzione tradizionale, economicamente parlando, la mano d'opera per la costruzione incide, per oltre il 60%, mentre l'incidenza del costo dei materiali, rimane sotto al 40%, nella costruzione in X-lam questo rapporto viene completamente rovesciato, e quindi saranno i materiali d' alta qualità impiegati, ad incidere per oltre il 60% sul costo della costruzione, mentre l'incidenza della mano d'opera si ferma al solo 30-40%, in quanto si ridurranno notevolmente i tempi, grazie alla prefabbricazione degli elementi costruttivi.

La nostra esperienza ti garantisce la soluzione più adatta alle tue esigenze, poiché realizza la tua casa su misura, ascoltando le tue esigenze e rispondendo a ogni tua necessità.

imagesCA5XTBOGLe nostre tecniche costruttive in legno riducono sensibilmente il tempo di costruzione.

Una casa in legno viene costruita in 1/3 del tempo di una casa in edilizia tradizionale.

La Technowood si propone di costruire la tua casa in massimo 16 settimane.


Torna al menu

 

 

 

 
SICUREZZA IN CASO D’INCENDIO
Una parete Technowood è 3 volte più resistente al calore (quindi schermata dalla temperatura esterna) di una parete dello stesso spessore di edilizia tradizionale, è quindi più sicura
in caso di incendio. La velocità di carbonizzazione del legno è pari a solo 0,7 mm al minuto e lo strato di carbone funge da protezione al fuoco per lo strato esterno, garantendo la portata dell'edificio per alcune ore, un tempo senz'altro sufficiente ad allontanarsi in sicurezza dall'abitazione e, in alcuni casi, per permettere lo spegnimento dell'incendio, limitando i danni all'edificio.
Nel caso di incendi parziali la struttura in legno risulta più facilmente riparabile rispetto a strutture in acciaio o calcestruzzo.

A differenza di molti altri materiali, il legno si comporta in modo prevedibile in caso di incendio, formando una superficie carbonizzata che fornisce protezione per la struttura interna, in modo che gli elementi in legno possano rimanere intatti e mantenere la funzione portante durante un incendio.


Torna al menu


SICUREZZA IN CASO DI SISMA
imagesCAYIJLZEIn caso di sisma, la caratteristica determinante del legno, rispetto alle altre tecniche costruttive, è la leggerezza e l'elasticità. Sotto il profilo della sicurezza in caso di sisma, le strutture portanti a pannelli a strati incrociati offrono elevate caratteristiche prestazionali attestate da prove sperimentali.

Nel 2007 i pannelli X-Lam sono stati i protagonisti di un progetto di ricerca messo a punto dal CNR IVALSA di San Michele all'Adige (TN): il test antisismico SOFIE (progetto Sistema Costruttivo Fiemme).

Una casa in legno di 7 piani e 24 metri di altezza, interamente realizzata con questi pannelli, ha resistito con successo al test antisismico considerato fra i più distruttivi per le opere civili: la simulazione del terremoto di Kobe (magnitudo 7,2 della scala Richter), che nel 1995 provocò la morte di oltre seimila persone.

VC024-012-05Il test, effettuato in Giappone presso il NIED (Istituto Nazionale di Ricerca sulla Prevenzione dei Disastri) è il risultato di studi e ricerche durati 5 anni, che hanno individuato nella combinazione dei pannelli X-Lam con specifiche connessioni meccaniche, una tecnica costruttiva ideale per garantire la sicurezza sismica.

La ricerca condotta dall'IVALSA ha dimostrato in modo definitivo l'affidabilità e la sicurezza del legno come materiale per l'edilizia, oltre al valore aggiunto che assicura in termini di comfort abitativo, risparmio energetico e rispetto dell'ambiente.

Il comportamento degli edifici a pannelli portanti X-Lam nei confronti delle azioni sismiche è di tipo scatolare. L'azione sismica viene trasferita dagli orizzontamenti (considerati rigidi nel loro piano) alle pareti di piano in funzione della propria rigidezza e da queste ai piani sottostanti fino alle fondazioni.

L'Italia è una nazione in cui il rischio sismico è elevatissimo ed è, pertanto, molto importante tenere in considerazione questo aspetto quando si realizza un edificio.


Torna al menu


RISPETTO DELL’AMBIENTE
imagesCAPMRQIOIl legno da sempre utilizzato dall'uomo in abbinamento con altri materiali disponibili in natura, offre un'alternativa biocompatibile ai tradizionali sistemi costruttivi e si candida alla soluzione di problematiche prestazionali sismiche termiche e di comfort ambientale. Il suo utilizzo consente l'abbattimento di grandi quantitativi di CO2 e riporta l'abitazione a essere un elemento dell'ambiente perfettamente integrato con esso.

È quindi necessario utilizzare il legno invece del cemento e dell'acciaio, il parquet invece delle piastrelle, come confermano anche i risultati di uno studio condotto dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) sul risparmio di CO2 derivante dall'utilizzo del legno.

imagesCAZ7XWC0Il risparmio di consumo di CO2 derivato dall'uso del legno

grafico4
(fonte UFAM)

 In base a tale ricerca internazionale risulta evidente che l'uso del legno quale materiale edile al posto di calcestruzzo, mattoni o acciaio permette di risparmiare 1,1 tonnellate di CO2 per ogni m3 costruito.
La sostituzione sistematica del legno rispetto ad altri materiali da costruzione ad alto fabbisogno energetico e difficili da smaltire rappresenta un sicuro investimento ai fini della protezione del clima

Alcuni esempi:

 

Costruendo con legno invece che in mattoni i muri esterni di un edificio si produce il 75% di CO2 in meno.

 

Un metro cubo di legno d'abete utilizzato nell'edilizia evita l'emissione di circa una tonnellata di gas nell'atmosfera, con conseguente riduzione dell'effetto serra.

 

L'energia immagazzinata nel legno usato in edilizia al termine della durata di vita del prodotto può essere riutilizzata, a differenza di altri materiali edili quali il cemento o l'acciaio.

Torna al menu