Il Blog di Technowood

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login

428dfb9daea339a65736671c568e7dec

La green economy è ormai la strada obbligata per la ripresa economica a livello nazionale, come modalità di sviluppo ecosostenibile del territorio e come opportunità di occupazione.

 

In particolare, l'edilizia sostenibile in generale e quello delle costruzioni in legno in particolare ,  può diventare il motore trainante del rilancio del settore, che ha già dato i primi timidi segnali e che diventerà più solido entro il 2015.

 

Ora però ci sono dati seri ed inoppugnabili a confortare tale ipotesi.

Continua a leggere
in Blog 2279

medi0233333333333333333333Il riparo dal freddo è stato uno dei principali obiettivi dei costruttori delle case con struttura portante in legno soprattutto perché molte delle case costruttrici si trovano nei paesi/climi più freddi . In realtà con l’accresciuto interesse per queste tipologie di case anche in climi più temperati, gli obiettivi sono progressivamente diversificati . Attualmente, infatti, il tema della protezione dal caldo estivo è diventata una questione di estremo interesse per i progettisti delle case prefabbricate in legno soprattutto per chi vive in zone a clima mediterraneo o subtropicale, come gran parte dell’Italia.

Numerosi studi hanno dimostrato come in Italia, con riferimento ad un edificio mal progettato o molto vetrato, il rapporto tra consumi estivi ed invernali risulta 6:1 a Palermo, 3:1 ad Ancona, 1:1 a Cuneo. Si consuma, dunque, di più per il condizionamento estivo che per il riscaldamento invernale. Con un buon progetto dell’involucro, il rapporto tra consumi estivi e invernali diminuisce a 3:1 a Palermo e 1,5:1 ad Ancona, mentre rimane 1:1 a Cuneo. Emerge dunque l’importanza di una corretta progettazione del raffrescamento estivo e la priorità del problema dei consumi estivi in Italia.

Continua a leggere
in Blog 3164

vario-haus-passivhaus-solare-950x712Passivhaus-energyLe Case passive sono essenzialmente edifici che utilizzano pochissima energia per il riscaldamento e il raffreddamento , fornendo nel contempo un elevato livello di comfort . Se si dovesse descrivere la Casa Passiva in poche parole si direbbe che è una casa caratterizzata da un' eccezionale efficienza energetica , con basso consumo energetico ed elevato potenziale termico isolante. Questa tipologia di casa è, infatti, così efficiente dal punto di vista energetico che consente un risparmio fino al 90 % dei costi di riscaldamento . 

Il concetto di Passive Houses ( ' Passivhaus ' in tedesco ) è stato usato per la prima volta nel maggio del 1988 da Bo Adamson dell'università di Lund , in Svezia , e Wolfgang Feist dell'Istituto per l'Edilizia e l'Ambiente , in Germania . L'Istituto Passivhaus costituito nel 1996 a Darmstadt, ha stabilito una serie di criteri di qualità internazionali per far sì che un edificio possa essere definito "Passiv" ed è l'Istituto che promuove, controlla gli standard a livello internazionale. 

Continua a leggere
in Blog 2956

9032d35056ae268e582a6f601c0ac623Gli obiettivi della progettazione sostenibile si stanno ampliando cercando non solo modi per ridurre effetti e impatto ambientale di un edificio ma abbracciando temi più generali come quelli legati al comfort, stress, o più generale alla salute degli occupanti di tali edifici.

Lavori sempre più sedentari , più attività/servizi indoor fanno aumentare la quantità di tempo trascorso all'interno di edifici . Ad esempio statistiche americane dimostrano che una persona trascorre il 90% del suo tempo in edifici al chiuso ( casa, scuole , uffici, centri commerciali, palestre etc) , 5% in auto e solo il 5% in attività all’aperto. Cioè rende , ad esempio, il design di interni sempre più importante , ma anche che la progettazione degli edifici stia diventando sempre di più una scelta green coerente e consapevole per l’impatto che può avere sulla vita dei suoi occupanti.

La definizione di edilizia sostenibile, quindi, si raffina sempre di più per

includere non solo l'impatto degli edifici sull'ambiente ma anche sulle

imagespersone .

Continua a leggere
in Blog 2472

cantiere(6)Per bioarchitettura , in base alla definizione dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura (INBAR), s’intende l'insieme delle discipline legate all’architettura e alla tecnologia edile, che presuppongono un atteggiamento ecologicamente corretto nei confronti dell'ecosistema.

La bioarchitettura è la metodologia capace di assicurare la realizzazione di un edificio caratterizzato da idonee condizioni di salubrità tali da ridurre impatti negativi sull’ ambiente , lo sperpero o il cattivo utilizzo delle risorse ambientali. Si fonda su alcune semplici ma importanti regole di sostenibilità e di equilibrio tra costruzioni ed ambiente in modo da soddisfare le esigenze dell’uomo di oggi senza compromettere quelle delle future generazioni.

Suo compito è quindi quello di sviluppare progetti per il risparmio produttivo, prestando attenzione al ciclo di vita dei materiali ed al valore del loro riuso e riciclo.

Una edilizia sostenibile consapevole ed intelligente si deve , quindi , basare su un confronto dell'impatto ambientale dei diversi materiali edili a disposizione . In particolare si parla molto spesso della comparazione del legno , acciaio e cemento armato .

La ricerca scientifica internazionale sta dando risposte importanti che evidenziano sempre la superiorità del legno rispetto agli altri materiali . Vediamo come

Continua a leggere
in Blog 2317