rinnovabili

  • A Seattle l'edificio più green del mondo

     

    Bullitt01L' obiettivo dichiarato di edificio più verde del mondo, il Bullitt Center di Seattle - un edificio commerciale a 6 piani - è quello di vivere secondo le rigorose sfide del “Living Building Challenge” , il più ambizioso punto di riferimento per sostenibilità dell'ambiente mai concepito , standard molto più rigoroso rispetto  a quello  più famoso LEED . Obiettivo ambizioso ma realizzabile visto che La Bullitt Center di Seattle è stato inaugurato qualche mese fa, il 22 aprile nell’Earth Day.  Data coerente che sottolinea il forte legame tra l'edificio e le questioni ambientali per  garantire un futuro sostenibile al nostro pianeta .

    net zero bullitt building facadeProgettato dal team della Miller Hull Partnership la struttura si estende per 47 mila mq, accogliendo al suo interno una parte dei laboratori della “University of Washington’s Integrated Design Lab”, il “Cascadia Center per il Sustainable Design and Construction” ed ovviamente la “Bullitt Foundation”, principale sponsor dell’opera . Questi prestigiosi partners sono stati coinvolti anche nella fase progettuale tramutandosi in contenitori e sostenitori di sperimentazioni . Anche la collocazione del Bullitt Center è stata studiata per ottenere ottimi risultati anche dal punto di vista delle infrastrutture del trasporto, pianificando i percorsi ciclabili e pedonali per sostenere uno stile di vita eco-friendly.

  • Edilizia e sostenibiltà : perchè cosi legate?

    4Nel 1987, il Brundland Report della World Commission on Environment and Development, concepì una memorabile e storica definizione del concetto di Sostenibilità. La Commissione definì il concetto di sviluppo sostenibile come : “ lo sviluppo sostenibile è uno sviluppo che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri. " 

    Definizione che paradossalmente riecheggiava l’ antica saggezza di popolazioni , quali quelle  indiane del Nord America , cosi profondamente legata alla terra ed ai suoi delicati equilibri , che recitava, in modo straordinariamente simile e concorde, “La terra non ci è data in eredità dai nostri padri, ma in gestione dai nostri figli”. ( Proverbio Navajo)

    Da allora la sensibilità verso le tematiche dello sviluppo sostenibile , del risparmio delle risorse , delle energie rinnovabili è costantemente cresciuta consentendo il (ri)pensare a nuovi percorsi di vita, nuove forme d’ uso delle risorse naturali per preservare la natura che ci ospita. Si stanno cercando nuove sintonie con l’ambiente, rifiutando la visione antropocentrica che vede l’uomo unico padrone e “sfruttatore “ degli elementi naturali per approdare  un visione esistenziale che ri-conosca alla terra il ruolo di casa per l’uomo. E’ la natura che ci ospita e ci è compagna senza chiedere nulla in cambio se non il rispetto per ciò che esiste e che silenziosamente ci ascolta .


    In questo ripensare il futuro, più sano ed equilibrato, attento alla natura ed ai suoi delicati equilibri che ruolo ha il settore delle costruzioni e dell’edilizia ? Perché non fanno che moltiplicarsi informazioni sul tema della sostenibilità dei materiali , del costruire più responsabile e “green”?

     

  • Progetto green innovativo a Roma - Giugno 2013

     

     

    copertina seniseQuasi ultimati i lavori di un complesso di ville ad Ostia Antica , dal design contemporaneo ed innovativo , il cui progetto si è   basato totalmente sui principi della bioarchitettura e della sostenibilità. Siamo particolarmente fieri di essere stati scelti come partner di questo progetto “green “ intelligente e innovativo che siamo sempre più convinti rappresenterà il futuro della edilizia e riuscirà a dimostrare realmente i vantaggi di una costruzione a struttura portante in legno quale sistema costruttivo primario per case ad elevato risparmio energetico .

    Le ville sono caratterizzate da un elevato risparmio energetico e comfort abitativo sfruttando l’energia prodotta solo da fonti rinnovabili ed ecologiche totalmente gratuite   più  l’energia risparmiata mediante l’utilizzo di sistemi passivi quali:

    1. Sistemi naturali di riscaldamento e raffrescamento ;
    2. Sistemi murari di tamponatura e solai di copertura ad elevata tenuta termica.

    In particolare le case sono state certificate in classe A+ . Dal punto di vista ambientale l’importanza di questo progetto è notevole:basti pensare   che una casa in classe A assicura un consumo intorno a 30 KWh/mq anno contro i 130 KWh/mq anno di un’abitazione tradizionale italiana.